SULFUR 80
Fungicida.

***NOTA*** Preparato commerciale ri-registrato provvisoriamente fino al 31/12/2019 (Decreto 17 aprile 2013, GU n. 102 del 03/05/2013)

Ammesso in agricoltura biologica SULFUR 80 (Reg. n. 1947 del 29/03/1976)

Composizione

  • Zolfo (80.0% )

Caratteristiche

Formulazione: POLVERE BAGNABILE

Classificazione CLP:

  • NESSUN PITTOGRAMMA

N. registrazione: 1947, 29/03/1976

Colture Intervallo di sicurezza Avversità
Agrumi
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio maculato degli agrumi (Dose su ettolitro:200-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Albicocco
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Mal bianco (Sphaeroteca pannosa) (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Pesco (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Albicocco (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Barbabietola da zucchero
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio della Barbabietola da zucchero (Dose su ettaro:7,5 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, effettuando il primo trattamento alla comparsa della malattia ed i successivi ad intervalli di 15-20 giorni, fino ad un massimo di 3 trattamenti per anno. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Begonia
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio della Begonia (Dose su ettolitro:150-200 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 1,6 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Begonia
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio della Begonia (Dose su ettaro:0,6-1,2 kg/ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Cereali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Mal bianco dell'Orzo (Dose su ettaro:6-8 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla comparsa del fungo sulle ultime due foglie del culmo. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Frumento (Dose su ettaro:6-8 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla comparsa del fungo sulle ultime due foglie del culmo. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Graminacee (Dose su ettaro:6-8 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla comparsa del fungo sulle ultime due foglie del culmo. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio o Mal bianco dell’Avena (Dose su ettaro:6-8 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla comparsa del fungo sulle ultime due foglie del culmo. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio o mal bianco della Segale (Dose su ettaro:6-8 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla comparsa del fungo sulle ultime due foglie del culmo. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ciliegio dolce e acido
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Mal bianco (Sphaeroteca pannosa) (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Crisantemo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio del Crisantemo (Dose su ettolitro:150-200 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 1,6 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Crisantemo
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio del Crisantemo (Dose su ettaro:0,6-1,2 kg/ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Cucurbitacee
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Agente dell'oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Cucurbitacee
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Agente dell'oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Erbe fresche
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Erbe fresche
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Forestali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Agente dell'oidio della Quercia (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Mal bianco della Quercia (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Quercia (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Quercia (Microspoera quercina) (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Forestali (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Quercie (Dose su ettolitro:150-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Fragola
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Fragola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Fragola
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Fragola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Girasole
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Insalate
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Insalate
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Mais dolce
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Mais dolce
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Melanzana
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Melanzana
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Melo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Melo (Dose su ettolitro:200-400 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - trattamenti pre-floreali: intervenire alla dose di 300-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - trattamenti post-floreali: trattare alla dose di 200-300 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 3 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Nocciolo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio o mal bianco del Nocciolo (Dose su ettolitro:300-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Olivo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio dell'Olivo (Dose su ettolitro:200-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettolitro:150-200 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 1,6 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettaro:0,6-1,2 kg/ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortaggi a bulbo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortaggi a bulbo
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortaggi a radice
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Bietola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Carota (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Ombrellifere (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortaggi a radice
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Bietola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Carota (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Ombrellifere (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortensia
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio o Mal bianco dell’Ortensia (Dose su ettolitro:150-200 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 1,6 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Ortensia
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio o Mal bianco dell’Ortensia (Dose su ettaro:0,6-1,2 kg/ha - Dose su ettolitro:100-150 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Patata
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Patata
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Peperone
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Peperone
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Pero
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Mal bianco (Sphaeroteca pannosa) (Dose su ettolitro:200-400 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - trattamenti pre-floreali: intervenire alla dose di 300-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - trattamenti post-floreali: trattare alla dose di 200-300 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 3 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Pesco-nettarine-percoche
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Pesco (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Pioppo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: vivaio)
non necessario
  • Mal bianco del Pioppo (Dose su ettolitro:200-400 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Nel corso dell’estate effettuare i trattamenti alle dosi minime consigliate e soltanto durante le ore più fresche della giornata. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Pomodoro
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Pomodoro (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 2 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 10 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 2 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 10 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Pomodoro
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Pomodoro (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 2 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 10 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 2 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 10 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Soia
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Spinaci e simili
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Bietola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Spinaci e simili
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio della Bietola (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia, senza superare la dose massima di 5 kg/ha, impiegando le dosi più alte nel periodo primaverile e in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Susino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Mal bianco (Sphaeroteca pannosa) (Dose su ettolitro:200-600 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, attraverso due diverse modalità d’impiego: - in pre e post-fioritura con la dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha, impiegando le dosi più alte in caso di forte pressione della malattia. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni; - per trattamenti estintivi di post-raccolta: trattare alla dose di 400-600 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 6 kg/ha. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Tabacco
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Erysiphe tabacina) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Oidium tabaci) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Tabacco
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Erysiphe tabacina) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio del Tabacco (Oidium tabaci) (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettaro:4-6 kg/Ha) Applicare il prodotto, seguendo la dose ed i volumi indicati, intervenendo alla prima comparsa dei sintomi della malattia. Effettuare massimo 3 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Vite per uva da tavola
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia: - nelle zone a bassa presenza della malattia: intervenire alla dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno con un intervallo minimo di 7 giorni; - nelle zone e nei periodi maggiormente esposti all’infezione: trattare alla dose di 300-500 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 5 kg/ha. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Vite per uva da tavola
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia: - nelle zone a bassa presenza della malattia: intervenire alla dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno con un intervallo minimo di 7 giorni; - nelle zone e nei periodi maggiormente esposti all’infezione: trattare alla dose di 300-500 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 5 kg/ha. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.
Vite per uva da vino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
5 giorni
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:200-500 g/hl) Applicare il prodotto intervenendo al manifestarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia: - nelle zone a bassa presenza della malattia: intervenire alla dose di 200-400 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 4 kg/ha. Effettuare massimo 8 trattamenti per anno con un intervallo minimo di 7 giorni; - nelle zone e nei periodi maggiormente esposti all’infezione: trattare alla dose di 300-500 g/hl, distribuiti coi volumi d’acqua indicati, dose massima 5 kg/ha. Effettuare massimo 6 trattamenti per anno ad intervalli di almeno 7 giorni. Per evitare l’insorgere di fenomeni di resistenza attenersi alle indicazioni riportate in etichetta e alternare il prodotto ad altri fungicidi.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.

Powered by Image Line®