News

Quando i microgranulari mettono il turbo 06/09/2012

I formulati granulari Rizofert e quelli della linea Humostim® sono le soluzioni d'eccellenza proposte da Chemia per la concimazione autunnale delle colture

Quando i microgranulari mettono il turboApportare prodotti microgranulari al momento della semina, o del trapianto, consentono alle colture di disporre fin dal primo momento dei giusti nutrienti necessari al proprio sviluppo.
Chemia consta nel proprio catalogo di prodotti microgranulari, applicabili cioè con i normali microgranulatori abbinati ai macchinari agrcoli, la cui composizione varia in funzione delle specifiche esigenze dell'azienda agricola e delle colture da supportare.
I prodotti della linea Humostim®, "2 Plus", "Gold" e "Star", constano di differenti apporti di azoto ammoniacale, fosforo solubile (in citrato ammonico), Boro, Zinco, mentre contengono la medesima percentuale di umati solubili estratti da Leonardite. Humostim® 2 Plus contiene azoto ammoniacale in ragione del 10% contro il 9% di Humostim® Gold.
Questo nutriente è invece assente in Humostim® Star, il quale è un prodotto specifico per arricchire il suolo di fosforo (40%) e umati solubili (5%). "2Plus" e "Gold" differiscono invece fra loro per contenuto in fosforo (40 e 36% rispettivamente) e microelementi, dal momento che  "2Plus" contiene Boro e Zinco in ragione di 0,5 e 2% rispettivamente, mentre "Gold"  non apporta Boro, ma contiene Zinco in ragione dell'8%.
Le dosi indicative per ettaro sono di 20-60 kg per "2Plus", contro i 20-40 e i 30-50 di "Gold" e "Star".
 
La linea offre quindi alte concentrazione in fosforo e acidi umici, ideali per favorire la rapida partenza delle piantine anche in condizioni pedo-climatiche avverse.
In questo caso gli acidi umici svolgono un ruolo fondamentale in quanto favoriscono la divisione delle cellule meristematiche determinando un rapido sviluppo delle radici in lunghezza, ramificazione e peso evitando così lo stress da trapianto o da semine precoci.
Gli acidi umici inoltre rallentando i fenomeni di insolubilizzazione del Fosforo e di altri elementi nutritivi presenti nel terreno, consentono alle piantine di utilizzare tali risorse prima
che vadano perdute.
 
I vantaggi della linea Humostim®
 
Come primo effetto positivo, lo sviluppo iniziale delle piantine viene ottimizzato. Un beneficio questo che si apprezza soprattutto nei terreni meno fertili. La distribuzione lungo la fila limita peraltro le perdite di prodotto per dilavamento o per assorbimento da parte delle erbe infestanti, come pure riduce l'apporto complessivo di sostanze chimiche nell'ambiente
Inoltre, la dimensione particolarmente fine e uniforme dei microgranuli consente un assorbimento maggiore e più rapido degli elementi nutritivi.
L'applicazione al momento della semina/trapianto riduce anche il numero dei passaggi sul terreno, limitando i fenomeni di compattamento.
La possibilità di distribuire il microgranulato anche in miscela con i geodisinfestanti (di uguale peso specifico) ottimizza i tempi delle operazioni e riduce il carico di lavoro dell'operatore, il quale deve manipolare solo poche decine di chili ettaro di prodotto
 
Non solo Humostim®
 
Vantaggi similari si possono ottenere anche dall'uso di Rizofert, un prodotto microgranulare di alta tecnologia formulativa, ideale per rigenerare terreni stanchi e molto sfruttati. Il prodotto contiene infatti componenti enzimatiche, microflore selezionate a fermentazione controllata, oligopeptidi, fattori di crescita microbica di origine naturale, acidi umici e fulvici.
 
In termini di elementi nutritivi, Rizofert  contiene Azoto totale per l'8,5 %, di cui l'1% di organico e il 7,5 % di ammoniacale. Contiene inoltre anidride fosforica (P2O5) totale in ragione del 32% .
Rizofert risulta particolarmente efficace localizzato alla semina e al trapianto, quando le condizioni pedo-climatiche non siano favorevoli, come in caso di ritorni di freddo, terreno calcareo oppure salino.
Rizofert favorisce infatti la divisione e la moltiplicazione delle cellule meristematiche determinando un notevole sviluppo  delle radici in lunghezza, ramificazione e peso, evitando così lo stress da trapianto o da semine precoci.
Rizofert può essere impiegato anche a spaglio, sui residui di vegetazione come le stoppie di cereali, ortaggi, trinciati di potatura e residui organici. Accelera infatti la degradazione di queste matrici e ne migliora la trasformazione in humus e compost.
In questo caso è bene distribuire il prodotto sulla superficie del terreno e sui residui organici alla dose di 20 - 40 kg/ha e successivamente interrato con una leggera fresatura. In serra si impiega ad
una dose di 10 - 15 kg/1000 mq.
Quando localizzato alla semina la dose è di 20 - 30 kg/ha per tutte le colture, sia orticole sia floricole. La dose scende a soli 12-15 Kg/ha per mais, cereali, soia, pomodoro, barbabietola e tabacco.
Per la cura dei tappeti erbosi e di campi da golf, orti e giardini, la dose è pari a 5 - 10 g/mq.
Quando si debba invece supportare le attività vegetative delle piante arboree, da frutto o da giardino, la dose di Rizofert è di 100-300 g/pianta, da applicare localizzati.
I terricciati possono invece essere arricchiti con Rizofert in ragione di 200 - 500 g/m.
 
 
 
Powered by Image Line®