News

I MICROELEMENTI CARATTERIZZANO CHELATO-FE 30/04/2002

Questo fertilizzante, realizzato dall’azienda ferrarese Chemia, è utilizzato con successo sui fruttiferi, sulla vite, sugli agrumi e sulle piante ornamentali

I MICROELEMENTI CARATTERIZZANO CHELATO-FEIl Chelato-Fe contiene un sale complesso organico del ferro molto stabile e idrosolubile che rimane disponibile nel terreno in forma utile per un pronto assorbimento da parte delle radici della pianta, sulla quale esercita, di conseguenza, una pronta assimilazione.
Il prodotto viene impiegato con successo per prevenire e curare la clorosi ferrica delle piante in qualsiasi tipo di terreno, anche  quelli a reazione alcalina, dove i normali prodotti  non consentono buoni risultati. Chelato-Fe va utilizzato all’inizio della ripresa vegetativa o durante la fase di vegetazione attiva.
Queste le modalità e le dosi di impiego consigliate nei trattamenti radicali:
fruttiferi (melo, pero, pesco, albicocco, susino, ciliegia) piante giovani gr.30/60, piante adulte gr. 60/100;
vite gr. 30/60 per pianta;
ornamentali gr. 2/4 per mq;
agrumi, piante giovani gr. 30/60 per pianta, piante adulte gr. 100/200 per pianta.
Queste dosi si sciolgono in acqua (20 litri circa) e si interrano nell’area di proiezione della chioma.
Nei trattamenti a pieno campo per colture erbacee e da frutto, vanno utilizzati gr.2/4 per metro quadro diluiti in 2/4 litri di acqua, procedendo poi ad una lavorazione del terreno per interrare il prodotto.

Per informazioni: Chemia spa - Dosso (FE) – tel. 0532/848477 – fax 0532/848383 – www.chemia.it - e-mail: info@chemia.it  

Powered by Image Line®