RAVANE PLUS 100 CS
Insetticida in sospensione di capsule.

Composizione

  • Lambda-cialotrina ( 9.4% » 100.0 g/l)

Caratteristiche

Formulazione: SOSPENSIONE DI CAPSULE

Classificazione CLP:

  • ATTENZIONE
  • GHS07-A
  • GHS09-A

N. registrazione: 16835, 22/12/2016

Colture Intervallo di sicurezza Avversità
Albicocco
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide del Cotone (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide farinoso del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Avena
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
30 giorni
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolfiore
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolfiore
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo broccolo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo broccolo
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo cappuccio
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo cappuccio
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo di Bruxelles
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cavolo di Bruxelles
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cime di rapa
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Cime di rapa
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide ceroso del Cavolo (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cavolaia (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Floreali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Afidi (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Floreali
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Afidi (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Frumento
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
30 giorni
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Mais (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afidi dei Cereali (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Lattuga
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide bruno dell'Insalata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide giallastro della Lattuga (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde dell'Insalata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Lattuga
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide bruno dell'Insalata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide della Lattuga (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide delle Insalate (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide giallastro della Lattuga (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde dell'Insalata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Mais
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
28 giorni
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide del Mais (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Agrostide truce (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Agrotis (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Bruco tagliatore (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua (Agrotis crassa) (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua (Agrotis exclamationis) (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua segmentata (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue (Agrotis spp.) (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue terricole (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Piralide del Mais (Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Melo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide grigio (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide lanigero del melo (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Melo (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Carpocapsa (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Nocciolo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Balanino (Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Afidi (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Afidi (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Orzo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
30 giorni
  • Afide dei cereali o afide verde maggiore della Rosa (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide dei cereali o sitobio dell'Avena (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide nero dei Cereali (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Patata
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
15 giorni
  • Dorifora (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Patata
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
15 giorni
  • Dorifora (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Pero
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide grigio del Pero (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide lanigero del melo (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Melo (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Carpocapsa (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Psilla (Dose su ettaro:200-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:20-25 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Pesco-nettarine-percoche
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
7 giorni
  • Afide farinoso del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide farinoso delle Drupacee (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide sigaraio del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata su foglie non accartocciate. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Mosca mediterranea (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Pomodoro
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
3 giorni
  • Afide della Patata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1-3 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Fillominatrice del pomodoro (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottuide (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Pomodoro
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
3 giorni
  • Afide della Patata (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Afide verde del Pesco (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1-2 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Dorifora (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1-3 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Fillominatrice del pomodoro (Dose su ettaro:150-200 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-20 ml/hl) Effettuare 1-3 trattamenti alla dose indicata ad intervallo di 14 giorni. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del Cavolo (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua del cavolo - Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gamma (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua gialla del Pomodoro (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottua olearia (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottue defogliatrici (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Nottuide (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Spodoptera esigua (Dose su ettaro:100-125 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-12,5 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Vite
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
21 giorni
  • Cicadella della flavescenza dorata (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cicalina della Vite (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Cicalina gialla della Vite (Dose su ettaro:150-250 ml/Ha - Dose su ettolitro:15-25 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tignola della Vite (Dose su ettaro:250-300 ml/Ha - Dose su ettolitro:25-30 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
  • Tignoletta della Vite (Dose su ettaro:250-300 ml/Ha - Dose su ettolitro:25-30 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Zucchino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
3 giorni
  • Afide del Cotone (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
Zucchino
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
3 giorni
  • Afide del Cotone (Dose su ettaro:100-150 ml/Ha - Dose su ettolitro:10-15 ml/hl) Effettuare 1 trattamento alla dose indicata. Le dosi indicate vanno riferite ai trattamenti con i volumi d’acqua più idonei e normalmente usati per la coltura interessata. Nel caso di applicazioni a volume ridotto mantenere, per unità di superficie, le stesse dosi che verrebbero impiegate con il volume normale. Per favorire il contatto con i parassiti ed in particolare in presenza di superfici fogliari ricche di cere e peli, aggiungere un idoneo bagnante. Adottare le dosi maggiori in presenza di forti attacchi. Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita. In presenza di andamento climatico anomalo, specie poco note e infestazioni al di fuori della norma, si consiglia di consultare un tecnico esperto al fine di adottare la difesa più idonea. Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e ciò per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.

Powered by Image Line®