DOURO 10 WG
Fungicida sistemico con azione preventiva, curativa e bloccante sulle colture di vite, pero, melo, pesco, ortive, tabacco, ornamentali e floreali. Meccanismo d'azione: FRAC 3

***NOTA*** L'autorizzazione all'immissione in commercio e all'impiego del preparato è prorogata fino al 30/06/2014 in attesa di decreto di rinnovo o di revoca. Il preparato può essere commercializzato e impiegato fino a pronuncia definitiva. (Informazione fornita dall'azienda)

Composizione

  • Penconazolo (10.0% )

Caratteristiche

Formulazione: MICROGRANULI IDRODISPERSIBILI

Classificazione CLP:

  • ATTENZIONE
  • GHS08-A
  • GHS09-A

N. registrazione: 13782, 02/05/2007

Colture Intervallo di sicurezza Avversità
Cetriolo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Cetriolo
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Floreali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
  • Ruggini (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
Floreali
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
  • Ruggini (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
Melo
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Marciume bruno delle nocciole (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Marciume verde-azzurro (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Monilia (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Moniliosi delle Drupacee (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Muffa grigia (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Muffa grigia o Botrite (Dose su ettolitro:35-40 g/hl) Applicare il prodotto alla dose indicata per un massimo di 3 trattamenti a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Oidio del Melo (Dose su ettolitro:30-40 g/hl) Trattamenti preventivi: in primavera impiegare alla dose di 30-40 g/hl ogni 10 giorni; nei trattamenti estivi ogni 10-14 giorni con le dosi più alte e gli intervalli più brevi con varietà sensibili e forte incidenza della malattia. Trattamenti bloccanti (in presenza di sintomi): 30-35 g/hl ogni settimana, con un totale di 3, che consentono il controllo delle infezioni in atto e la protezione della nuova vegetazione.
  • Ticchiolatura del Melo (Dose su ettolitro:30-40 g/hl) Trattamenti preventivi: 30-40 g/hl alla cadenza di 7-8 giorni fino alla fase di frutto noce; successivamente si tratta ogni 10-14 giorni; i trattamenti anti-ticchiolatura sono efficaci per contrastare anche l'oidio. Trattamenti curativi: 35-40 g/hl intervenendo entro 100 ore dopo l'inizio della pioggia infettante. Trattamenti bloccanti (in presenza di sintomi): 35-40 g/hl effettuando 2 applicazioni a distanza di 7 giorni, quindi continuando i trattamenti con cadenze e dosi normali. È bene aggiungere un prodotto di copertura.
Melone
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Melone
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
  • Ruggini (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
Ornamentali
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
non necessario
  • Oidio (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
  • Ruggini (Dose su ettolitro:25-50 ml/hl) Intervenire ogni 10-14 giorni a seconda della coltura e della incidenza della malattia. Data l'esistenza di numerose specie e varietà con diverse sensibilità, si consiglia di effettuae saggi su piccole superfici prima di passare ad applicazioni su larga scala.
Peperone
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Peperone
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Pero
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Ticchiolatura del Pero (Dose su ettolitro:25-40 g/hl) Effettuare dei trattamenti preventivi con una dose di 25-35 g/hl ogni 10-12 giorni, impiegando la dose maggiore e gli intervalli più brevi in caso di condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo della malattia. Trattamenti curativi alla dose di 30-40 g/hl trattando entro massimo 100 ore dopo l'inizio della pioggia infettante. Trattamenti bloccanti:(in presenza di sintomi) 30-40 g/hl con 2 trattamenti ogni 5-7 giorni, proseguire con cadenze e dosi normali. È bene aggiungere un prodotto di copertura.
Pesco-nettarine-percoche
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Gloesporiosi (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Marciume bruno delle nocciole (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Marciume verde-azzurro (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Monilia (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Moniliosi delle Drupacee (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Muffa grigia (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Muffa grigia o Botrite (Dose su ettolitro:50 g/hl) Fare 2-3 interventi a cadenza settimanale in pre-raccolta.
  • Oidio del Pesco (Dose su ettolitro:40-50 g/hl) Trattamenti preventivi: in zone dove il rischio di infezione è alto e con cultivar particolarmente sensibili intervenire alla dose indicata dalla caduta petali ed ogni 10-14 giorni. In zone a minor rischio intervenire ogni 14-21 giorni.
Pomodoro
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Pomodoro (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Solanacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Tabacco
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio del Tabacco (Erysiphe tabacina) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio del Tabacco (Oidium tabaci) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
Tabacco
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio del Tabacco (Erysiphe tabacina) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio del Tabacco (Oidium tabaci) (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:35-50 g/hl) Intervenire con la dose indicata facendo da 2 a 4 trattamenti in modo preventivo, iniziando dalla comparsa dei primissimi sintomi ad intervalli di 10-14 giorni.
Vite per uva da tavola
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Marciume nero degli acini (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Trattamenti preventivi: 25-30 g/hl in pre-post-fioritura trattando ogni 14-16 giorni; 15-20 g/hl trattando ogni 7-10 giorni. Con attacchi in atto (primi sintomi) effettuare 2 trattamenti ad intervallo di 5-7 giorni alla dose di 50 g/hl, poi continuare con interventi di tipo preventivo.
  • Rossore parassitario della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
Vite per uva da tavola
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Marciume nero degli acini (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Trattamenti preventivi: 25-30 g/hl in pre-post-fioritura trattando ogni 14-16 giorni; 15-20 g/hl trattando ogni 7-10 giorni. Con attacchi in atto (primi sintomi) effettuare 2 trattamenti ad intervallo di 5-7 giorni alla dose di 50 g/hl, poi continuare con interventi di tipo preventivo.
  • Rossore parassitario della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
Vite per uva da vino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Marciume nero degli acini (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
  • Oidio della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Trattamenti preventivi: 25-30 g/hl in pre-post-fioritura trattando ogni 14-16 giorni; 15-20 g/hl trattando ogni 7-10 giorni. Con attacchi in atto (primi sintomi) effettuare 2 trattamenti ad intervallo di 5-7 giorni alla dose di 50 g/hl, poi continuare con interventi di tipo preventivo.
  • Rossore parassitario della Vite (Dose su ettolitro:15-50 g/hl) Azione collaterale.
Zucca
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Zucca
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Zucchino
(difesa - ambito d'impiego: in pieno campo - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
Zucchino
(difesa - ambito d'impiego: in serra - modo di coltivazione: produzione)
14 giorni
  • Oidio del Tabacco (Erisyphe cichoracearum) (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio dell'Aster e della Cineraria (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.
  • Oidio delle Cucurbitacee (Dose su ettolitro:25-50 g/hl) Intervenire in pieno campo o dopo la rimozione del telo di protezione, fare da 2 a 4 trattamenti ogni 12-14 giorni alla dose indicata a seconda della coltura e del rischio di infezione. Iniziare i trattamenti preventivamente o alla comparsa dei primissimi sintomi.

Usare i prodotti fitosanitari con precauzione. Prima dell'uso leggere sempre l'etichetta e le informazioni sul prodotto.

Powered by Image Line®